Umanità e professionalità all'opera!

19.12.2017

Ma quanto ci costano queste cooperative sociali?

Che le cooperative sociali per l’inserimento lavorativo facciano del bene siamo tutti d’accordo, ma il punto è: quanto costano alla collettività?

L’indagine di AICCON “Ricerca sull’impatto sociale ed economico dell’inserimento lavorativo nelle cooperative sociali” restituisce un panorama molto confortante di un settore in crescita e che, oltre a generare un forte impatto sociale sul nostro paese, genera più ricchezza di quanto ne consuma.

Il lavoro commissionato da Federsolidarietà e Confcooperative di Emilia Romagna ha potuto dimostrare che, nella Regione oggetto della ricerca, per ogni lavoratore svantaggiato inserito il risparmio per la Pubblica Amministrazione è di 4.729,74 euro. Un lavoratore svantaggiato inserito in cooperativa sociale crea quindi un valore aggiunto superiore ai costi fiscali, alle esenzioni e ai contributi sostenuti dalla Pubblica Amministrazione.  

Se ipotizziamo che i benefici prodotti da una cooperativa sociale di tipo B siano uguali da una Regione all’altra, allora Solidarietà e Servizi che ha iniziato il 2017 con 42 persone disabili, ha creato un valore per la collettività pari a circa 198.000 euro.