Umanità e Professionalità per la tua azienda

31.05.2017

Protagonisti in Camera di Commercio con il cliente “LaStruttura”

Solidarietà e Servizi è stata protagonista al convegno organizzato dalla Camera di Commercio sulle novità portate dal Jobs Act in merito al collocamento obbligatorio di persone con disabilità.

Al convegno “Il collocamento mirato disabili dopo il Jobs Act: opportunità e criticità” del 31 maggio in Camera di Commercio di Varese erano presenti a portare il loro contributo l’Ispettorato del Lavoro di Varese, l’Ufficio collocamento mirato della Provincia di Varese, Federsolidarietà di Confcooperative, la cooperativa Ozanam, la cooperativa Solidarietà e Servizi e l’azienda LaStruttura.
Gli interventi delle istituzioni hanno evidenziato che il Jobs Act ha introdotto alcune novità ed incentivi volti a favorire l’inserimento in aziende di persone con disabilità.
Una soluzione interessante illustrata dal dott. Simonini dell’Ufficio Collocamento Mirato è la convenzione ex art. 14 Dlgs 276/2003 (clicca qui per approfondire). Questa modalità si sta diffondendo con tassi di crescita interessante, ma i numeri sono ancora bassi.
Secondo il dott. Oldrini, responsabile dell’Area Lavoro della  cooperativa sociale Solidarietà e Servizi, c’è bisogno di più informazione: le aziende dell’Altomilanese infatti non conoscono, se non in piccola parte, questa possibilità. 
Anche il dott. Campana de LaStruttura (azienda 4.0 che produce protesi dentali - Sito internet) che con Solidarietà e Servizi ha attivato proprio una convenzione ex Art.14 esternalizzando una parte del processo di verifica degli ordini) conferma che, prima che il suo nuovo consulente del lavoro gli prospettasse questa soluzione, non ne sapeva nulla.  Ma la cosa più interessante è che la collaborazione con la cooperativa sociale, superata la prima normale diffidenza dei collaboratori, si sta dimostrando molto efficace e provocante a tal punto che si sta pensando di ampliare l’ambito d'intervento.